i giorni più corti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

i giorni più corti

Messaggio  pt il Mar Dic 11, 2007 7:57 pm

siamo in quel periodo
coi giorni più corti
quando guardo nello scuro
la notte e il freddo
anch'io mi sento scuro
notturno e freddo

io vado con le perturbazioni
coi cicloni e gli anticicloni
se c'è sole quando mi sveglio
non potrebbe andare meglio
ma se mi alzo che fuori è bigio
si, lo so: pensavate ad una rima
che con grigio finisse
invece come cosa ignota
come la fine del mondo
termina con ics


.

a me lo scuro inscurisce
vuol dire che sono in armonia con la natura
o che sono metereopatico?

pt

Numero di messaggi : 131
Data d'iscrizione : 29.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: i giorni più corti

Messaggio  Ste il Mer Dic 12, 2007 11:47 am

pt ha scritto:
a me lo scuro inscurisce
vuol dire che sono in armonia con la natura
o che sono metereopatico?

Me lo chiedo sempre anch'io, ma credo che in fondo non ci sia molta differenza tra le due cose.
E' solo un modo diverso di dire la stessa cosa.

Ste

Numero di messaggi : 459
Età : 37
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 27.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: i giorni più corti

Messaggio  pt il Mer Dic 12, 2007 12:10 pm

infatti.
è un senso di condivisione.
mi piace sentirmi così, seguire il tempo.
ogni anno quando le giornate arrivano a riallungarsi provo benessere.
penso che sia per questo che nell'antichità si siano festeggiati i solstizi, per celebrere questi sentimenti di legame con la natura.

pt

Numero di messaggi : 131
Data d'iscrizione : 29.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: i giorni più corti

Messaggio  Ste il Mer Dic 12, 2007 12:24 pm

Si sicuramente, anch'io aspetto quei momenti, quasi inconsciamente come momenti importanti dell'anno...la primavera è qualcosa di incredibile, dentro e fuori di me...anzi, non farmici pensare che mi viene la nostalgia...
Oggi però a milano è una giornata bellissima, e continuo ad avere momenti di visione nitida (senza occhiali), il sole aiuta.

Ste

Numero di messaggi : 459
Età : 37
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 27.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: i giorni più corti

Messaggio  pt il Mer Dic 12, 2007 12:36 pm

Ste ha scritto:
Oggi però a milano è una giornata bellissima, e continuo ad avere momenti di visione nitida (senza occhiali), il sole aiuta.

con tanta luce la pupilla si chiude, perciò, come un diaframma molto chiuso della macchina fotografica, si ha una maggiore profondità di campo, ossia un "circolo di confusione" della sfocatura minore, che vuol dire nitidezza.
sarà per questo che si è sempre detto di non leggere con poca luce per non rovinarsi gli occhi.

pt

Numero di messaggi : 131
Data d'iscrizione : 29.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: i giorni più corti

Messaggio  pt il Mer Dic 12, 2007 12:38 pm

p.s.
viva la primavera
viva l'estate
viva l'autunno
abbasso l'inverno, perlomeno climaticamente
ma non doveva arrivare la tropicalizzazione?
la sto aspettando con ansia (egoisticamente lo spero)

pt

Numero di messaggi : 131
Data d'iscrizione : 29.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: i giorni più corti

Messaggio  Ste il Mer Dic 12, 2007 1:42 pm

pt ha scritto:
sarà per questo che si è sempre detto di non leggere con poca luce per non rovinarsi gli occhi.

Questo è vero fino a un certo punto, l'utilizzo degli occhi in condizioni avverse può essere molto di aiuto alla visione, a una condizione, non sforzarsi.
Bates suggerisce di leggere stampa microscopica 1 o 2 punti a lume di candela, l'ho provato e posso assicurare che dopo un po' che sei li e non riesci a leggere nulla , se rimani li senza sforzarti cominci a vedere.
In pratica non è la condizione di luce che danneggia l'occhio, ma lo sforzo.

Ste

Numero di messaggi : 459
Età : 37
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 27.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: i giorni più corti

Messaggio  Ste il Mer Dic 12, 2007 1:44 pm

pt ha scritto:
abbasso l'inverno, perlomeno climaticamente
ma non doveva arrivare la tropicalizzazione?
la sto aspettando con ansia (egoisticamente lo spero)

non so ma mi sa che non ti va affatto bene, il surriscaldamento del pianeta sembra creerà in realtà un abbassamento delle temperature da noi...sai tutta la storia della corrente del golfo che si ferma ecc..

Ste

Numero di messaggi : 459
Età : 37
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 27.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: i giorni più corti

Messaggio  fox il Mer Dic 12, 2007 2:48 pm

pt ha scritto:p.s.
viva la primavera
viva l'estate
viva l'autunno
abbasso l'inverno, perlomeno climaticamente
ma non doveva arrivare la tropicalizzazione?
la sto aspettando con ansia (egoisticamente lo spero)
se pensiamo che un sacco di specie in inverno vanno in power-save, missà che l'inverno è proprio una mazzuolata per tutti tongue l'estate sembra espansione, l'inverno chiusura e rattrappimento... va bene seguire le stagioni in armonia, ma cmq noi ci divertiamo ben poco quando siamo rattrappiti

fox

Numero di messaggi : 477
Età : 38
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 27.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: i giorni più corti

Messaggio  pt il Mer Dic 12, 2007 6:43 pm

Ste ha scritto:
pt ha scritto:
sarà per questo che si è sempre detto di non leggere con poca luce per non rovinarsi gli occhi.

Questo è vero fino a un certo punto, l'utilizzo degli occhi in condizioni avverse può essere molto di aiuto alla visione, a una condizione, non sforzarsi.
Bates suggerisce di leggere stampa microscopica 1 o 2 punti a lume di candela, l'ho provato e posso assicurare che dopo un po' che sei li e non riesci a leggere nulla , se rimani li senza sforzarti cominci a vedere.
In pratica non è la condizione di luce che danneggia l'occhio, ma lo sforzo.

giustissimo, la mancanza di allenamento è alla base dell'impigrimento dell'occhio, come qualsiasi altra cosa.
si, si tratta di non prolungare lo sforzo a lungo. leggere per un'ora a lume di candela affatica gli occhi.
io ci vedo bene, ma ogni tanto faccio qualche esercizio di messa a fuoco e ogni tanto mi rendo conto che ci voleva, come quando uno si accorge che gli manca il fiato per fare qualche rampa di scale. :-)

pt

Numero di messaggi : 131
Data d'iscrizione : 29.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: i giorni più corti

Messaggio  Ste il Gio Dic 13, 2007 1:10 pm

pt ha scritto:
la mancanza di allenamento è alla base dell'impigrimento dell'occhio, come qualsiasi altra cosa.
si, si tratta di non prolungare lo sforzo a lungo. leggere per un'ora a lume di candela affatica gli occhi.
io ci vedo bene, ma ogni tanto faccio qualche esercizio di messa a fuoco e ogni tanto mi rendo conto che ci voleva, come quando uno si accorge che gli manca il fiato per fare qualche rampa di scale. :-)

Non è proprio così almeno secondo Bates (parlo di lui perchè sto seguendo il suo metodo di cura della vista senza occhiali e ho avuto risultati incredibili).

Secondo lui non è proprio questione di allenamento, è questione di non sforzo, di rilassamento mentale.Se tu riesci a rilassarti davanti alla tabella di controllo della vista un po' alla volta vedrai comparire lettere che non hai mai visto e che se hai un difetto di rifrazione è impossibile (secondo la scienza ufficiale ) che tu veda.Lo faccio tutti i giorni e per esempio oggi ho letto senza sforzo e senza strizzare gli occhi la riga dei 9 decimi nonostante me ne manchino 7 e dovrei leggere a fatica la riga dei 3.

Lui ti da dei metodi, che non sono allenamenti o esercizi, ma dovrebbero insegnarti a azzeccare il giusto rilassamento del sistema visivo.
Per cui poi potrai stare anche 3 ore a leggere stampa microscopica a lume di candela perchè è questione di rilassamento, e più ci starai più ti rilasserai e la vista migliorerà. Assolutamente mai sforzarsi, quando non ci si vede meglio chiudere gli occhi e rilassarsi.

Per chi ci vede già bene può darsi che comunque un po' di "allenamento" preferibilmente rilassati senza sforzo e senza strizzare o sbarrare gli occhi, porti beneficio e non faccia peggiorare la vista.
Con il sistema Bates, pare che una persona con una buona vista possa tranquillamente raggiongere i 20 decimi (cioè vedere il doppio di una persona che ci vede bene). Sembra per esempio che molti aborigeni abbiano simili qualità visive, Bates ripete che lui stesso non è riuscito a capire un limite della capacità visiva umana, quindi ritiene che sia infinita.

Stiamo andando fuori topic in realtà era qui che si parlava di Bates http://montemeru.forumotion.com/ricerca-f5/quattrocchi-t29.htm , ma è il mio forum e io decido che va bene lo stesso.

Ste

Numero di messaggi : 459
Età : 37
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 27.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: i giorni più corti

Messaggio  pt il Gio Dic 13, 2007 2:09 pm

Ste ha scritto:
pt ha scritto:
la mancanza di allenamento è alla base dell'impigrimento dell'occhio, come qualsiasi altra cosa.
si, si tratta di non prolungare lo sforzo a lungo. leggere per un'ora a lume di candela affatica gli occhi.
io ci vedo bene, ma ogni tanto faccio qualche esercizio di messa a fuoco e ogni tanto mi rendo conto che ci voleva, come quando uno si accorge che gli manca il fiato per fare qualche rampa di scale. :-)

Non è proprio così almeno secondo Bates (parlo di lui perchè sto seguendo il suo metodo di cura della vista senza occhiali e ho avuto risultati incredibili).

Secondo lui non è proprio questione di allenamento, è questione di non sforzo, di rilassamento mentale.Se tu riesci a rilassarti davanti alla tabella di controllo della vista un po' alla volta vedrai comparire lettere che non hai mai visto e che se hai un difetto di rifrazione è impossibile (secondo la scienza ufficiale ) che tu veda.Lo faccio tutti i giorni e per esempio oggi ho letto senza sforzo e senza strizzare gli occhi la riga dei 9 decimi nonostante me ne manchino 7 e dovrei leggere a fatica la riga dei 3.

Lui ti da dei metodi, che non sono allenamenti o esercizi, ma dovrebbero insegnarti a azzeccare il giusto rilassamento del sistema visivo.
Per cui poi potrai stare anche 3 ore a leggere stampa microscopica a lume di candela perchè è questione di rilassamento, e più ci starai più ti rilasserai e la vista migliorerà. Assolutamente mai sforzarsi, quando non ci si vede meglio chiudere gli occhi e rilassarsi.

Per chi ci vede già bene può darsi che comunque un po' di "allenamento" preferibilmente rilassati senza sforzo e senza strizzare o sbarrare gli occhi, porti beneficio e non faccia peggiorare la vista.
Con il sistema Bates, pare che una persona con una buona vista possa tranquillamente raggiongere i 20 decimi (cioè vedere il doppio di una persona che ci vede bene). Sembra per esempio che molti aborigeni abbiano simili qualità visive, Bates ripete che lui stesso non è riuscito a capire un limite della capacità visiva umana, quindi ritiene che sia infinita.

Stiamo andando fuori topic in realtà era qui che si parlava di Bates http://montemeru.forumotion.com/ricerca-f5/quattrocchi-t29.htm , ma è il mio forum e io decido che va bene lo stesso.

certamente non posso capire, io parlo da persona che ci vede oltremodo bene: alla visita medica nel test di lettura dopo aver passato i 12-13 decimi per occhio mi dicevano vabè basta così Smile
ossia parlare di recuperare la vista è un'altra cosa.

io però nella mia esperienza mi sono accorto del naturale allungamento della vista che soggiunge(rebbe?) con l'età, ossia che si fa sempre più fatica a leggere le cose da vicino.
quando ero piccolo focalizzavo anche da vicinissimo, tipo 3-4cm, ora da circa 10cm, ma se non mi tengo in allenamento, ossia ogni tanto non faccio un po' di sforzo per mettere a fuoco da vicino, allora la vista si allunga. con un po' di esercizio ogni tanto quando mi ricordo, basta una volta al mese, riacquisto la possibilità di mettere a fuoco da vicino.
di questo intendevo l'esercizio ed un minimo sforzo.

pt

Numero di messaggi : 131
Data d'iscrizione : 29.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: i giorni più corti

Messaggio  Ste il Gio Dic 13, 2007 2:47 pm

pt ha scritto:
quando ero piccolo focalizzavo anche da vicinissimo, tipo 3-4cm, ora da circa 10cm, ma se non mi tengo in allenamento, ossia ogni tanto non faccio un po' di sforzo per mettere a fuoco da vicino, allora la vista si allunga. con un po' di esercizio ogni tanto quando mi ricordo, basta una volta al mese, riacquisto la possibilità di mettere a fuoco da vicino.
di questo intendevo l'esercizio ed un minimo sforzo.

certo capisco, comunque se dovessi notare che nonostante questi piccoli "esercizi" la vista da vicino dovesse peggiorare ricordati questo metodo, nel caso chiedi a me.
Infatti si può prevenire con successo anche l'allungamento della vista, come lo hai chiamato tu, e rimanere falco come sei fino a quando vivrai.

Ste

Numero di messaggi : 459
Età : 37
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 27.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: i giorni più corti

Messaggio  fox il Sab Dic 15, 2007 9:54 pm

pt ha scritto:
certamente non posso capire, io parlo da persona che ci vede oltremodo bene: alla visita medica nel test di lettura dopo aver passato i 12-13 decimi per occhio mi dicevano vabè basta così Smile
hahaha Razz te non smetterai mai di stupirmi

pt ha scritto:
faccio un po' di sforzo per mettere a fuoco da vicino, allora la vista si allunga. con un po' di esercizio ogni tanto quando mi ricordo, basta una volta al mese, riacquisto la possibilità di mettere a fuoco da vicino.
fico, ci sei arrivato da solo o l'hai letto sull'internet.... secondo me la prima

fox

Numero di messaggi : 477
Età : 38
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 27.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: i giorni più corti

Messaggio  pt il Sab Dic 15, 2007 10:20 pm

fox ha scritto:
pt ha scritto:
faccio un po' di sforzo per mettere a fuoco da vicino, allora la vista si allunga. con un po' di esercizio ogni tanto quando mi ricordo, basta una volta al mese, riacquisto la possibilità di mettere a fuoco da vicino.
fico, ci sei arrivato da solo o l'hai letto sull'internet.... secondo me la prima


da solo.
tutto internet lo redigo io segretamente, una fatica...
a parte gli scherzi, ho imparato dagli errori degli altri.
il difficile è saper individuare dove stà l'errore.

pt

Numero di messaggi : 131
Data d'iscrizione : 29.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: i giorni più corti

Messaggio  fox il Sab Dic 15, 2007 11:51 pm

pt ha scritto:
a parte gli scherzi, ho imparato dagli errori degli altri.
il difficile è saper individuare dove stà l'errore.
eh giaaa!! e poi dicono (chi??boh) che il prossimo è inutile Wink

fox

Numero di messaggi : 477
Età : 38
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 27.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: i giorni più corti

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 9:24 pm


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum