Eugenio Siragusa - I giganti del Cielo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Eugenio Siragusa - I giganti del Cielo

Messaggio  Nessuno il Lun Giu 23, 2008 12:55 pm

Tempo addietro, su consiglio di Ste, lessi qualcosa riguardo Eugenio Siragusa.

Chi è costui?

Quando una persona muore, lascia dietro di se il ricordo che vive nella memoria e

nell'affetto delle persone che lo hanno conosciuto e amato e nel valore delle sue opere.
A volte lo spirito che abbandona il corpo era ed è un essere speciale che ha tracciato nuove vie, segnando un'epoca e lasciando tracce indelebili nella storia dell'umanità. Non sempre questo viene recepito dalla società durante la loro vita. Molte volte solo il tempo e gli eventi hanno permesso di comprendere la grandezza di quanto hanno detto e fatto. Eugenio Siragusa appartiene a questa categoria di uomini. Il 27 agosto dell'anno 2006, Eugenio Siragusa muore, però come sempre aveva insegnato: "la morte non esiste". Il suo spirito si libera dal corpo all'età di 87 anni nella sua casa di Nicolosi, alle falde del vulcano Etna. I suoi straordinari incontri con esseri provenienti da altri mondi e i messaggi a lui affidati e diffusi al mondo, hanno segnato la parte finale del secolo scorso, lasciando una eredità di grande importanza oggi visibile anche nell'opera che alcune anime continuano a portare avanti.
Tra queste, anche noi, che lo abbiamo conosciuto da vicino.
Ma chi era e cosa ha vissuto realmente Eugenio Siragusa?

Sono circa le dieci di sera del 30 aprile 1962, il catanese Eugenio Siragusa si trova su uno stretto sentiero del Monte Sona Manfrè, un cratere spento alle falde dell'Etna, il vulcano più grande d'Europa... Mentre avanza trema e suda per l'emozione, all'improvviso vede davanti a lui due esseri. Sono vestiti con tute dalle strane fogge, simili a tute di volo, una soave luminescenza li avvolge... Provengono da altri pianeti e hanno una importante missione da compiere... Proiettano su Eugenio un fascio di luce che lo rasserena immediatamente...
"...Erano due persone, ai margini della discesa, erano bellissimi, e mi dissero testualmente: "Figliolo, ti abbiamo aspettato..."
Gli dettano un messaggio da inviare ai Capi di Stato e agli uomini più importanti della terra. Il messaggio contiene un appello alla immediata cessazione degli esperimenti nucleari e a realizzare una unione fraterna fra tutti i popoli della terra. Se l'uomo farà questo, gli extraterrestri dicono di essere disposti a manifestarsi pubblicamente al mondo e a concedere un aiuto scientifico e tecnologico in grado di proiettare l'umanità verso un futuro di inimmaginabile progresso spirituale e materiale. Non era la prima volta che Eugenio Siragusa dialogava con esseri provenienti dallo spazio, ma era la prima volta che li incontrava fisicamente... questa incredibile storia ha inizio circa dodici anni prima.
"La mia esperienza ebbe inizio l'anno 1951 il 25 marzo. Era l'alba. Mi trovavo in Piazza dei Martiri, dovevo attendere il filobus che mi portasse in ufficio. Ad un certo momento, alzando gli occhi in cielo, vidi un globo luminescente, da questo globo partì un raggio che mi investì ed ebbi la senzazione profonda di essere stato completamente ridimensionato, cioè non mi sentivo quello che ero prima."

Da quel momento la sua vita non sarà più la stessa. Una voce comincia a farsi sentire nel suo intimo, dice di chiamarsi Barath: lo rassicura e lo istruisce. Incredibili nozioni sulla geologia, sulla cosmogonia e sui misteri dello spirito e del Creato si presentano alla sua coscienza. "Che mi succede?" chiede Eugenio e la voce risponde: "Il tuo risveglio". Alla sua mente si affacciano visioni di remote e dimenticate civiltà. Epoche meravigliose in cui la Saggezza e l'Amore erano il pilastro della società. Eugenio, che non aveva mai avuto talento per l'arte, inizia a disegnare le mappe di antichi continenti dove queste civiltà erano esistite e a conoscere le cause della loro scomparsa... Lemuria, Mu, Atlantide, nomi che oggi sono solo un mito diventano reali e tangibili alla sua coscienza.
E ancora... suona delle bellissime melodie che hanno un sapore antico e arcano allo stesso tempo... realizza disegni e grafici dal profondo significato esoterico e spirituale. Gli viene spiegata la legge della reincarnazione e del dolore come fondamento dell'evoluzione dell'anima. Acquista la consapevolezza delle sue vite precedenti e lo scopo della sua attuale esistenza. Conosce il mistero della redenzione portata dal Cristo e gli viene rivelato che oggi viviamo i tempi dell'Apocalisse di Giovanni, l'epoca che precede la seconda venuta di Gesù-Cristo sulla terra. Trova conferma della realtà della vita intelligente in milioni di altri mondi e della verità sulla visita extraterrestre al nostro pianeta. Comprende i motivi del Cover-Up, dell'insabbiamento, la incessante opera di occultamento della visita extraterrestre attuata da tutti i governi e tutte le religioni del mondo. Altri esseri non terrestri lo affiancano successivamente dandogli il loro amore e la loro sapienza. Così, giorno dopo giorno, la sua coscienza si espande e si arricchisce di Verità mai rivelate prima all'uomo... sino ad arrivare al fatidico incontro del 30 aprile 1962.
Con questo fondamentale evento, che si ripeterà decine di volte, ha inizio la sua missione pubblica nel mondo. Istruito e consigliato dai signori dello spazio, con un gruppo di amici e simpatizzanti fonda il Centro Studi Fratellanza Cosmica.
La principale attività del centro è la divulgazione dei preziosi consigli e insegnamenti ricevuti da Eugenio dagli evolutissimi abitanti di altri mondi. Una evoluzione straordinaria, fantascientifica in scienza e tecnologia, ma soprattutto nei valori morali e spirituali. Valori che essi dicono basilari per l'evoluzione pacifica di qualsiasi società terrestre od extraterrestre.
Valori spiegano gli esseri di luce, che ritroviamo negli insegnamenti di tanti maestri spirituali d'oriente e d'occidente venuti nel corso della storia, ma soprattutto in quelli del Cristo, il Figlio di Dio. Molte persone hanno avuto modo di leggere e ascoltare questi preziosi consigli realizzandoli e mettendoli in pratica nella loro vita personale.
L'attività di divulgazione del Centro Studi Fratellanza Cosmica si espande sempre di più ed Eugenio, instancabile, riceve centinaia di persone, partecipa a conferenze pubbliche, trasmissioni radiofoniche e televisive. La consapevolezza con cui questi esseri parlano delle verità spirituali e del Cristo crea meraviglia in molti ed Eugenio spiega che sono gli stessi esseri che duemila anni fa accompagnarono Gesù nella sua manifestazione terrena. La loro natura non è solo extraplanetaria ma anche multidimensionale, esseri il cui corpo è di pura luce. Anghelos, dice, in greco significa messaggero, perciò sono gli angeli di ieri e gli extraterrestri di oggi. Questo indica chiaramente il carattere messianico di questa visita. Concetti strabilianti ma che necessariamente l'uomo deve realizzare per capire il perchè di questa visita in questo tempo. E' quanto sottolineava con forza e veemenza Eugenio Siragusa.

l messaggio ai potenti
Ma non solo l'uomo comune è attratto dalla bellezza e profondità di questi messaggi. Anche i potenti della terra si rivolgono a lui riconoscendo il grande valore della sua opera. Il presidente americano Eisenhower, il presidente francese De Gaulle, Papa Paolo VI, per citarne alcuni. Nel 1971 fonda a Ginevra, in Svizzera, la sede internazionale del Centro Studi Fratellanza cosmica per diffondere a livello internazionale gli insegnamenti universali ricevuti. Nel 1972 inizia una serie di viaggi che lo portano in numerosi paesi d'Europa e dell'America latina. Nel corso degli anni i messaggi comunicati a Eugenio Siragusa dagli extraterrestri si fanno sempre più drammatici, accusano e indicano le cause e i responsabili dei mali che attanagliano il mondo. Senza giustizia non vi può essere ne pace ne amore ammoniscono. Nella distruzione dell'ecosistema indicano un altro fattore che aumenta il rischio di una terribile autodistruzione.
Il pianeta è un essere vivo dicono gli extraterrestri, e i suoi elementi Aria, Acqua, Terra e Fuoco, potrebbero reagire e distruggere l'umanità. Attenti all'uso delle droghe, salvaguardate la gioventù, accorati appelli che sono caduti nel vuoto. Appelli che Eugenio ha fatto suoi non solo nelle parole ma anche nei fatti. Sono numerose infatti le persone che sono uscite da situazioni difficili grazie al suo diretto e personale intervento.

Le profezie, la missione, il tradimento

Eugenio è spesso accusato di catastrofismo, ma oggi ritroviamo nelle cronache quotidiane le conferme a quanto aveva diffuso decine di anni fa, e possiamo meglio comprendere il grande amore che dal cosmo cercava di evitare all'uomo i gravissimi problemi attuali. Vi è un forte biasimo all'uomo comune che insensibile alle sofferenze del mondo vive una vita egoistica e indifferente, priva di compassione per il prossimo che soffre. Vengono ammonite le chiese per la loro tiepidezza e corruzione, gli scienziati per la loro scienza senza coscienza che crea continuamente ordigni di distruzione sempre più potenti, soprattutto la bomba atomica. L'industria bellica è indicata come fomentatrice di disordini e guerre che causano milioni di morti e infelici. Spesso i messaggi anticipano gli effetti devastanti di piani segreti militari e ne chiedono la sospensione... Tutto questo disturba sempre più il potere e nel segreto,viene preparata una congiura, una cospirazione, per far tacere la sua voce. Eugenio, quasi intuendo quanto sta' per succedere, o forse avvisato dai suoi amici cosmici, nel settembre del 1978 chiude il Centro Studi Fratellanza Cosmica, dichiarando terminato il compito per cui era stato fondato.


L'arresto di Eugenio Siragusa

Appena due mesi dopo, il 23 novembre 1978, Eugenio è arrestato e rinchiuso nel carcere di Catania, accusato di crimini mai commessi. Moltissimi amici e simpatizzanti lo abbandonano, solo in pochi credono alla sua innocenza. Gli rimangono fedeli, ovviamente, la sua compagna Miguela e pochi altri.
Alcuni manifestano davanti al carcere l'innocenza di Eugenio, tra loro due ragazzi giovanissimi: Filippo e Giorgio Bongiovanni. Anche i suoi amici cosmici non restano indifferenti. Infatti durante la sua prigionia, dal novembre 1978 fino al febbraio 1979 e nei mesi successivi, si ha una delle più grandi ondate di avvistamenti UFO nella storia. Oltre 20.000 segnalazioni di avvistamenti, la maggior parte dei quali ad opera di poliziotti, carabinieri o funzionari della forze dell'ordine, soprattutto in Sicilia e anche dentro lo stesso carcere dove è rinchiuso Eugenio Siragusa. La maggior parte delle accuse decade in fase di istruttoria e infine viene completamente assolto con formula piena perchè il fatto non sussiste. Il caso viene definitivamente archiviato e il 5 aprile 1982 il giudice Giustino Iezzi pronuncia sentenza liberatoria a favore di Eugenio Siragusa. Cioè a dire che Eugenio esce dal tribunale di Catania e davanti al suo giudice, totalmente innocente: non aveva commesso alcun delitto.
Negli anni successivi Eugenio, sempre dietro direttive degli esseri superiori che lo contattano, si dedica alla preparazione ed iniziazione di persone sensibili e predisposte alla verità da lui divulgata.
L'aspetto pubblico della personalità di Eugenio Siragusa è stato conosciuto ed ha affascinato molte persone, ma la bellezza interiore di questo personaggio traspariva anche nei momenti di maggiore intimità.
Tra le persone che hanno conosciuto i preziosi insegnamenti provenienti da evolute civiltà di altri mondi vi è Giorgio Bongiovanni che, il 2 settembre 1989, grazie anche alla preparazione ricevuta da Eugenio Siragusa, riceve a Fatima i segni della passione di Gesù Cristo: le stimmate.
Eugenio Siragusa riconosce come autentico e divino questo segno e nel luglio del 1992, davanti ai rappresentanti di tutti i gruppi sparsi nel mondo che hanno affiancato la sua opera, alle telecamere di diversi organi di informazione, soprattutto internazionale, annuncia il suo ritiro dall'attività pubblica e lascia ufficialmente nelle mani di Giorgio Bongiovanni la responsabilità di proseguire l'Opera di divulgazione iniziata nel 1952.
Eugenio Siragusa, a differenza di altri pionieri del contattismo come George Adamski, e Billy Meier, non ha fornito molte prove fotografiche e filmate dei suoi contatti. Sono le testimonianze oculari, i messaggi, le sue profezie, in gran parte avveratesi o in via di realizzazione, a costituire la maggior garanzia di autenticità e di importanza del suo contatto. Non sono comunque mancati documenti fotografici di notevole interesse che in ogni caso sono stati realizzati sempre durante i contatti di Eugenio. La serie di immagini scattata nel 1975, da Antonio Giannuzzi, un operatore del Centro Studi Fratellanza Cosmica di Lecce, su indicazione specifica di Eugenio, costituisce una delle documentazioni migliori. In queste si vede chiaramente un classico disco volante, un UFO, passare dallo stato fisico a quello di energia-luce. Più volte infatti il contattato ha spiegato come questi Esseri sono in grado di manipolare la luce e la materia così come noi manipoliamo l'argilla.
Questa fotografia è stata eseguita nel 1969 dal sig. Tomarchio, un fotografo professionista di Acireale, città che si trova nelle vicinanze dell'Etna, durante una eruzione del vulcano, probabilmente nel momento in cui Eugenio Siragusa aveva un incontro con gli extraterrestri. Negli anni 60, un gruppo di monaci tibetani gli invia la fotografia di un volto simile a quello del Maestro Gesù formatosi nella cenere di un fuoco sacro. Eugenio dice che si tratta di Giovanni l'Evangelista, il Consolatore Promesso, ma anche di una figura astrale di Gesù. In quanto Gesù e Giovanni erano molto simili essendo gemelli nello spirito. Per quanto riguarda invece le immagini di extraterrestri divulgate da Eugenio, ricordiamo il volto animico di Asthar Sheran e il volto fisico dello stesso, inviatogli dal Circolo Medianico della pace di Berlino. Volto che riconosce identico a quello visto durante l'incontro avuto sull'Etna nel 1962.
L'unica fotografia realizzata personalmente da Eugenio è stata scattata a Catania nel 1972, con una macchina fotografica Minolta. Mostra un essere extraterrestre di nome Adoniesis. Un essere di luce, un automedonte come lo definisce Eugenio. Egli spiega infatti che si tratta di un essere di natura androgena, un essere solare, proveniente da una dimensione molto più elevata della nostra, tra la quinta e la settima dimensione.

La vita per il Cristo
L'ultimo periodo della sua vita è segnato dallo sconforto nel vedere l'umanità precipitare sempre di più nel caos e nella degenerazione dei più importanti e basilari valori della vita. Vede realizzarsi con impietosa precisione le peggiori anticipazioni e profezie da lui divulgate. A causa di una crescente divergenza sulle modalità operative della divulgazione, dopo l'anno 2000 si distacca da Giorgio Bongiovanni. Eugenio ribalta clamorosamente la sua decisione e non riconosce più in Giorgio la prosecuzione della sua opera in quanto egli ha una visione conservatrice, mentre Giorgio Bongiovanni è più aperto e progressista. Anche nel passato gli apostoli ebbero dispute. Ciò comunque non impedì loro di dare la vita per il Cristo e di evangelizzare il mondo.
La straordinaria esperienza di Eugenio Siragusa e l'opera da essa scaturita, sono servite per far comprendere all'uomo il perchè della visita extraterrestre e di aiutarlo a realizzare finalmente non solo chi sono, da dove vengono e cosa vogliono loro, ma anche e soprattutto chi siamo e dove andiamo noi. Grazie Eugenio, ci rivedremo presto un giorno, vicini al Cristo, il figlio di Dio, per il giudizio finale.


Ultima modifica di Nessuno il Lun Giu 23, 2008 1:09 pm, modificato 1 volta

Nessuno

Numero di messaggi : 159
Età : 32
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 28.10.07

Vedere il profilo dell'utente http://www.abeir-toril.medusaworks2.de

Tornare in alto Andare in basso

Re: Eugenio Siragusa - I giganti del Cielo

Messaggio  Nessuno il Lun Giu 23, 2008 12:56 pm

Messaggi:



Caratteristiche somatiche e comportamentali
del Primate dell'uomo e Terzo Messaggio di Fatima

Alcune caratteristiche somatiche e comportamentali del Primate dell'uomo stanno riemergendo. Il trattamento genetico effettuato diversi milioni di anni or sono dai Genisti Cosmici, Archetipi Solari della specie umana, sta subendo modificazioni assai preoccupanti. Giorno dopo giorno, anno dopo anno, la specie umana di questo pianeta subisce una lenta ma inesorabile perdita dell'innesto genetico che l'avrebbe dovuta portare verso le frontiere della quarta dimensione.
Gli esseri umani, per fortuna non tutti, stanno retrocedendo rigettando le caratteristiche primarie di quell'innesto che, in forza a quanto è stato detto e scritto: "Voi siete Dèi e farete cose più grandi di me", avrebbe dovuto acquisire i superiori valori della coscienza cosmica e, quindi, della deità.
Purtroppo, ed è noto a tutti, la maggior parte di questa umanità priva della virtù del discernimento, valore eterno ed immutabile della Legge Divina, sta precipitando nel tenebroso abisso delle recessioni con la probabile perdita dell'Ego-Sum e con il tragico e penoso ritorno in uno Spirito collettivo animale: "morte seconda".
Le Potenze Celesti hanno fatto e detto quanto dovevano fare e dire per risvegliare le coscienze di quanti si sono lasciati andare nel vortice delle dissoluzioni materiali, morali e spirituali.
I validi consigli e le necessarie sollecitazioni al ravvedimento sono state appalesate a tutti gli uomini del pianeta in modi diversi e tutti validi per fermare i perniciosi mali che sconfiggono la Giustizia, l'Amore e la Pace.
"Il terzo segreto di Fatima, che la Chiesa ha ritenuto nascondere all'intera umanità, sta per realizzarsi e i segni sono palesi a tutti. Chi ancora non conoscesse il contenuto di questo Divino, Celeste Messaggio, si premuri a conoscerlo affinché prenda coscienza che la Verità fa liberi gli uomini, liberi davvero".
Rimanere ciechi e sordi non giova alla salvezza dei vostri spiriti dalla "morte seconda".

Dal Cielo alla Terra. Eugenio Siragusa
Nicolosi, 26 Settembre 1991 - Ore 15,05

Lo scienziato extraterrestre Hoara spiega:

Tali esperimenti non sono meno deleteri di quelli effettuati nell’atmosfera. Le onde d’urto possono seriamente scomporre la normale stasi del manto magmatico su cui poggia la crosta terrestre. Le conseguenze si possono facilmente intuire.
Voi, terrestri, considerate il vostro pianeta come una palla da ping-pong. Non tenete affatto conto della sua natura e delle sue esigenze cosmogoniche. Il vostro pianeta, come tutti gli altri sparsi nel cosmo, vive in funzione di uno specifico equilibrio che dovreste già conoscere. Il vostro habitat è indissolubilmente legato ad una sua precisa funzione che non potete né dovete ignorare se non volete che venga meno il suo indispensabile equilibrio, con effetti inimmaginabili e catastrofici.
Siete veramente ed ostinatamente contro la vita e contro tutto ciò che la vivifica e la rende sana e feconda. Pace sulla Terra.

Tramite Eugenio Siragusa, Hoara saluta
Nicolosi, 25 ottobre 1984 - Ore 15,00



Ciò che vi proponete di edificare, per disporre di maggiore disponibilità di energia, è estremamente pericoloso e gravitante di funeste disgrazie.
La produzione di energia con il processo disintegrativo del potenziale dinamico atomico, richiede una copertura di sicurezza che la vostra scienza non è ancora in grado di edificare. Molti popoli di altri pianeti che avevano fatto ricorso a tali esperienze, hanno pagato duramente la folle sperimentazione priva delle necessarie, indispensabili sicurezze.
Evitate di farlo voi.
Vi abbiamo detto e vi ripetiamo di rivolgere la vostra massima attenzione all'energia solare.
Se sarete capaci di debilitare i corruttori, i dissuasori e gli egoismi interessati, non vi sarà difficile, con la buona volontà, realizzare gli strumenti che occorrono per disporre, senza limiti, di energia pulita, priva di scorie mortali.
Noi, come vi abbiamo già detto, usiamo questa energia e non conosciamo problemi da risolvere per avere la massima perfezione e la limpida funzionalità degli elementi che istruiscono ed alimentano la nostra esistenza; la purezza è totale e la simbiosi degli elementi satura di armonico equilibrio naturale ed evolutivo.
State, dunque, attenti, se non volete aumentare i vostri già gravi guai. Noi possiamo aiutarvi attraverso i nostri operatori che vivono in mezzo a voi, coscienti e ben preparati per concedervi la loro buona volontà. Loro sanno quello che si deve fare.
Noi vi abbiamo, ancora una volta, avvertiti.
A voi la scelta.
Pace.

Woodok
Ginevra, 26 febbraio 1977 - Ore 9,45


"SIAMO ASTRALI". PROVENIAMO DA UNA DIMENSIONE COMPLETAMENTE DIVERSA DA QUELLA IN CUI VOI, TERRESTRI, SVOLGETE LE ESPERIENZE ESISTENZIALI ED EVOLUTIVE DELLA VOSTRA REALE IDENTITÀ ETERNA.
LE NOSTRE FACOLTÀ INTELLETTIVE SONO PER VOI INCONCEPIBILI ED I NOSTRI ABITACOLI NON SONO STRUTTURATI DA VALORI MATERIALI, ANCHE SE È NELLE NOSTRE FACOLTÀ MATERIALIZZARE QUANTO È NELL'IDEA.
POSSIAMO RENDERCI VISIBILI ALLE VOSTRE FACOLTÀ VISIVE SOLO QUANDO LO RITENIAMO NECESSARIO. POSSIAMO ALTRESÌ ESSERE DISPONIBILI AL CONTATTO EXTRASENSORIALE O FISICO QUANDO LO RITENIAMO OPPORTUNO E CON PERSONE CHE SONO IN POSSESSO DI DETERMINATE FACOLTÀ PSICO-FISICHE-SPIRITUALI CHE POSSIAMO FACILMENTE SONDARE IN OGNI CIRCOSTANZA.
LA MATERIALIZZAZIONE DELL'IDEA, DELLA FORMA ED INFINE DELLA SOSTANZA VISIBILE, PALPABILE, ANIMATA ED INTELLIGENTE È L'ARTE PIÙ AVANZATA DELLA NOSTRA SCIENZA ASTRALE. LA LUCE, COME VI ABBIAMO GIÀ DETTO, LA MANIPOLIAMO COSÌ COME VOI MANIPOLATE L'ARGILLA ED ESSENDO QUESTA L'ARTEFICE PRIMARIA DELL'ATOMO CREANTE CI CONSENTE DI COORDINARE OGNI TIPO DI STRUTTURA FISICA E DINAMICA.
IL VOSTRO GRAVE ERRORE È QUELLO DI CONTINUARE A CREDERE CHE L'INTELLIGENZA DEBBA NECESSARIAMENTE SERVIRSI DI UN ABITACOLO UNICO: IL VOSTRO! È UN VUOTO DI CONOSCENZA CHE DOVETE COLMARE E NOI SIAMO PROPENSI AD AIUTARVI AFFINCHÉ QUESTO VUOTO VENGA COLMATO.
NELLA VOSTRA GALASSIA ESISTONO MILIARDI E MILIARDI DI GLOBI ABITATI E NON NECESSARIAMENTE CON STRUTTURE FISICHE COME QUELLE CHE VOI POSSEDETE. È ANCHE VERO CHE PRIMA CHE LA GALASSIA SI ESPANDESSE ED OCCUPASSE SPAZIO, ESSERI INTELLIGENTI ESISTEVANO GIÀ MILIARDI DI ANNI PRIMA DELLA NASCITA DEL VOSTRO SISTEMA SOLARE: "PRIMA CHE VOI FOSTE NOI ERAVAMO GIÀ". INTORNO AL VOSTRO SISTEMA SOLARE, PRIMA ANCORA CHE IL VOSTRO SOLE (GIOVE) DIVENISSE UN BUCO NERO, UN MONDO ARTIFICIALE ERA STATO MESSO IN ORBITA E TUTT'OGGI È ATTIVO E FUNZIONANTE.
ABBIAMO COMPITI BEN SPECIFICI NELL'ORDINAMENTO UNIVERSALE E NELL'EVOLUZIONE DELLE SPECIE CHE COLLABORANO NEL DIVENIRE CONTINUO DI TUTTO IL CREATO E NELLE VARIE DIMENSIONI CON FREQUENZE E FORME DIVERSE.
SIAMO DOVE LA NOSTRA PRESENZA E LA NOSTRA OPERA SONO NECESSARIE.

Eugenio Siragusa
27 Maggio 1980

Nessuno

Numero di messaggi : 159
Età : 32
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 28.10.07

Vedere il profilo dell'utente http://www.abeir-toril.medusaworks2.de

Tornare in alto Andare in basso

Re: Eugenio Siragusa - I giganti del Cielo

Messaggio  Nessuno il Lun Giu 23, 2008 12:57 pm


Crediamo opportuno comunicarvi che i nostri veicoli spaziali che voi terrestri chiamate Dischi Volanti, sono mossi da una potente energia fluttuante, sconosciuta da voi e dagli scienziati del vostro pianeta.
Vi esortiamo, fraternamente, per la vostra incolumità e per la sicurezza dei passeggeri che trasportate con i vostri aerei, di non eccedere nella curiosità, e di evitare assolutamente, di inseguirci e di mettervi sulla nostra scia di volo.
Principalmente ci rivolgiamo al cieco senso di irresponsabilità degli uomini preposti al comando degli aerei militari incaricati di intercettare i nostri mezzi spaziali, di avvicinarli il più possibile per fotografarli o abbatterli. Esortiamo anche voi, cari fratelli, a non farlo per il vostro bene e per la nostra tranquillità di coscienza. Noi ci facciamo notare ben volentieri e con tutte le necessarie precauzioni, ma voi non fate altrettanto e, spesso, la vostra assurda zelanteria vi procura gravi e mortali incidenti.
A parte il fatto che i nostri mezzi possono raggiungere velocità per voi impossibili ed inconcepibili, le vostre armi, qualunque esse siano, non potranno mai incidere sull'assoluta sicurezza dei nostri mezzi, né possono mettere in pericolo le nostre esistenze.
È invece estremamente pericoloso per voi e per i vostri aerei incanalarvi nella scia dei nostri mezzi spaziali in navigazione.
Sappiate voi, e lo sappiano pure i vostri scienziati, che i nostri mezzi viaggiano nel vuoto assoluto e alla velocità della luce usando la stessa energia che consente ai corpi celesti, compresi i pianeti del Sistema Solare, a rimanere nello spazio cosmico in un perfetto stato antigravitazionale rispetto agli altri pianeti.
Ancora voi, ed in modo particolare i vostri scienziati, non conoscete la titanica energia che sovrasta le zone sino ad oggi esplorate dai vostri satelliti artificiali. L'imprigionamento e l'asservimento di tale energia è per noi possibile e facilmente attuabile grazie a speciali apparecchi che ci consentono tale operazione, già da molti millenni. Inoltre questa energia viene da noi condensata a nostro piacimento e a seconda del potenziale di proiezione richiesto dalle circostanze.
La spinta di proiezione dei nostri mezzi spaziali è quindi regolabile, e noi la portiamo agli estremi limiti quando ci incontriamo con i vostri apparecchi, per questi due principali motivi:

1. Consentire al vostro potere visivo di osservarci e alla vostra intelligenza di dedurre.
2. Evitare il più possibile l'allargamento dell'alone energetico al fine di annullare un eventuale scontro di esso con i vostri aerei.

Però spesso succede che indirizzate i vostri aerei sui nostri mezzi costringendoci ad accelerare la spinta di proiezione e, quindi, il conseguente allargamento dell'alone dell'energia fluttuante.
Da ciò nascono gravi evenienze che possono indurvi in situazioni estremamente pericolose ed anche mortali. Investire anche il residuo di energia ancora in un relativo stato di condensazione, che viene lasciata dai nostri mezzi, comporta per i vostri aerei la completa disintegrazione e quindi la vostra sicura morte. Perciò vi invitiamo, con fraterno amore, a non avventurarvi con incoscienza a tali imprese, e vi esortiamo, con spirituale affetto, a rallegrarvi dei nostri incontri, così come ce ne rallegriamo noi, con serenità e pace in cuore.
Noi vogliamo solo aiutarvi a spronarvi a farvi intendere la nostra coscienza e la nostra Santa Missione di Bene Universale e di Verità Divina.
Noi edifichiamo i presupposti ideali per il Santo Avvento della Giustizia Celeste per Volontà Santa di Dio.
Noi veniamo da voi sulla Terra animati dal Suo Santo Amore e dalle Sue Sacre Leggi. Ravvedetevi! State attenti e consigliati.
Questo vi abbiamo comunicato tramite la nostra mente sulla Terra per avvertirvi e rendervi consapevoli. La Pace e la Serenità siano su Voi e su tutta l'umanità.

Dagli Extraterrestri
In fede Eugenio Siragusa
18 giugno 1963

fo/me
La nostra metodologia selettiva

È COMPOSTA DA COMPLESSI SONDAGGI E DA SCRUPOLOSE VERIFICHE.
I NOSTRI OPERATORI, PER PRIMI, E GLI ALTRI CHE SI PREDISPONGONO A SEGUIRE IL DISCORSO CHE PORTANO, SONO COSTANTEMENTE VIGILATI.
I SOGGETTI PREDISPOSTI A RECEPIRE I VALORI DELLE MEDIE FREQUENZE DEBBONO PRATICAMENTE DIMOSTRARE DI VOLER ASSIMILARE, COSCIENZIOSAMENTE, GLI ALTI CONCETTI MORALI, SOCIALI E SPIRITUALI CHE LE MEDIE FREQUENZE COMPORTANO PER POTERSI SVINCOLARE DALLE BASSE FREQUENZE TRIDIMENSIONALI.
LA NOSTRA SCIENZA ASTRALE CI CONSENTE DI AVERE COSTANTEMENTE L'IMMAGINE DINAMICA, FISICA E PSICHICA, DEI SOGGETTI SCELTI O PREDISPOSTI AL CONTATTO CON LE SUPERIORI FREQUENZE QUADRIDIMENSIONALI A CUI NOI APPARTENIAMO, POICHÉ ANCHE I CORPI-PENSIERO SONO DA NOI CAPTABILI. CIÒ CI CONSENTE DI POTER EVIDENZIARE IN QUALUNQUE MOMENTO POTENZIALI COMPORTAMENTI, PRIMA ANCORA CHE QUESTI VENGANO ESPRESSI.
CON QUESTA SCRUPOLOSA, CONTINUA ED ATTENTA VERIFICA, POSSIAMO PREVENIRE QUANTO PUÒ NUOCERE AI SOGGETTI CHE RIVESTONO UN NOSTRO PARTICOLARE INTERESSE SPECIFICO E CHE RIGUARDA LA GENETICA GNA. È CHIARO CHE SE IL SOGGETTO VOLONTARIAMENTE SI PREDISPONE A FARSI TRAINARE DAI VALORI DEGENERATIVI CHE PROPONGONO LE BASSE FREQUENZE, RIMANENDO PASSIVO ALLE NOSTRE SOLLECITAZIONI PER RISTABILIRE L'INDISPENSABILE EQUILIBRIO PSICO-FISICO-SPIRITUALE CHE LE MEDIE FREQUENZE RICHIEDONO, AUTOMATICAMENTE, PER GLI INEVITABILI EFFETTI, SI AUTO-ISOLA RIENTRANDO NEL SUO COMUNE DESTINO.
A NOI, COME PIÙ VOLTE ABBIAMO DETTO, INTERESSA LA QUALITÀ PIÙ CHE LA QUANTITÀ, ECCO IL PERCHÉ SIAMO SCRUPOLOSAMENTE VIGILI ED ATTENTI.
LE NOSTRE VERIFICHE NON SONO INDOLORI NÉ PRIVE DI PROVE CAPACI DI DARCI LA CERTEZZA DELL'IDONEITÀ DEL SOGGETTO E DELLA SUA COMPLETA PRESA DI COSCIENZA SULLA VERITÀ CHE PORTIAMO.
IL VOSTRO PIANETA È PROIETTATO VERSO UNA SUPERIORE DIMENSIONE ED IL NOSTRO SPECIFICO COMPITO È QUELLO DI PREPARARE L'UOMO NUOVO, CON TUTTI GLI ATTRIBUTI EVOLUTIVI CHE ESSO DEVE NECESSARIAMENTE REALIZZARE:
"GIUSTIZIA, PACE, AMORE E FRATELLANZA UNIVERSALE".

Hoara
1 Marzo 1986

7.465.006 è il numero di coloro destinati a possedere la genetica GNA; cioè la nostra genetica che non è, certamente, di questo mondo. Non vi stupite e non vi rammaricate se sarete rigettati da coloro che posseggono la genetica DNA. La dinamica evolutiva materiale in fase crescente è la risultante della dinamica spirituale in fase crescente ascensionale proiettata al di là dei valori primordiali creativi - A.B.C.D. - con lo sviluppo della genetica GNA.


La vostra coscienza viene spinta al di fuori della coscienza C.D. (uomo-animale), assumendo caratteristiche sostanzialmente diverse e manifestando qualità spirituali, materiali e morali in contrasto con C.D. La vostra storia è tessuta da flussi e riflussi non certamente comprensibili dall'infima capacità dell'intelligenza, vincolata dai valori creativi ed organizzativi primordiali e da tutti gli altri valori politici, scientifici, religiosi e morali scaturenti e che sono il corredo evolutivo iniziale.
Per coloro che hanno raggiunto il gradino di questa nuova attività genetica, comprendere questo mio discorso non è difficile, anche se non credo il momento giusto per ampliarlo ulteriormente.
Su questo argomento ci sentiremo ancora. Intanto vi invito a studiare seriamente e profondamente il grafico che vi ho espresso. A presto.
Pace.

Adoniesis
Nicolosi, 4-1-1977 - 12h30


DAL CIELO ALLA TERRA
L'uomo del pianeta Terra è al primo stadio sperimentale dell'intelligenza individuale. In altri pianeti, le specie individuali intelligenti, hanno già, da moltissimi millenni, superato la fase sperimentativa, acquisendo l'incorruttibilità dello Spirito e della materia attraverso le virtù del discernimento e la totale ubbidienza alle Leggi dello Spirito Onnicreante: la Genetica GNA. Per costoro è impossibile la seconda morte, non è cosìì per i terrestri, vincolati, ancora oggi, ai valori corruttibili e quindi alla perdita dell'Ego-Sum.

Dal Cielo alla Terra
Eugenio Siragusa
Nicolosi, 11/6/1989 - Ore 11,30

Attenti! Attenti! Uomini del pianeta Terra

Attenti! Attenti! Uomini del pianeta Terra, il fuoco, l'acqua, l'aria e la terra non vi daranno tregua sino al giorno che comprenderete che questi sono parte inscindibile dello spirito creativo del cosmo.
Gli spiriti elementali vi distruggeranno se non riuscirete a rimettere l'equilibrio là dove l'avete seriamente ed egoisticamente turbato.
Avete compromesso in modo irreparabile la vostra missione di tutela verso le cose che vi sono state affidate dalla suprema ed eterna legge del divenire.
La vostra diabolica sete di distruggere vi ha posti dinanzi ad un severo giudizio e ad una pesante condanna! Gli spiriti elementali saranno i vostri accusatori ed anche gli esecutori della pena, frutto del vostro incosciente operato.
Il fuoco, l'acqua, l'aria e la terra vi negheranno il fiato della vita ed ogni cosa crollerà con la furia inarrestabile delle loro titaniche forze, mosse dalla inviolabile legge di giustizia divina.
Beati tutti coloro che hanno dato fiato alle trombe e che si sono adoperati con amore e dedizione per la salvezza degli strumenti creativi di Dio. Costoro avranno per amici il fuoco, l'acqua, l'aria e la terra e tutte le cose che vivono in seno alla "Madre Terra" e che sono legate dalla luce purissima del supremo Architetto del Creato.
Gli "Zigos", nemici degli empi, custodi vigili dell'armonia creativa, esecutori infallibili della giustizia universale, sono sulla Terra per impedire all'uomo di slegare quanto Dio ha legato e di distruggere ciò che Dio ama e che è pegno di grazie per la felicità di coloro che erediteranno il suo regno in Terra.
Attenti dunque, attenti perché è vero, che le forze elementali agiscono su ogni cosa che da loro dipende, perché da loro comandati. Treni, navi, aerei, macchine in genere e quant'altro è psiche scaturita dalle forze primarie della materia, saranno mezzi di distruzione per l'uomo, divenuto genio del male, nemico del Dio vivente.
Non temete voi che amate Dio in ogni sua regale Divina manifestazione, non temete! Dio vi ama.

Dal cielo alla terra
I custodi del tempio di Dio
S. M. la Stella, 22 agosto 1971 - Ore 16,30


Il gravoso prezzo della vostra insensata licenza:
l'Inquinamento

IN VERITÀ VOI, UOMINI DELLA TERRA, CON LA VOSTRA IRRESPONSABILE SCIENZA, AVETE PRODOTTO UNA MOSTRUOSA CATENA DI CATASTROFICI EFFETTI. DA ANNI VI AVVERTIAMO DI QUESTO GRANDE PERICOLO, MA IL VOSTRO EGOISTICO ORGOGLIO, LA VOSTRA OSCURA FEDE, LA VOSTRA INSENSIBILITÀ, VI HANNO RESI SORDI E CIECHI A QUESTA REALTÀ.
È VERO CHE LA LIBERTÀ È IL VEICOLO PRINCIPALE DEL VOSTRO LIBERO ARBITRIO, VEICOLO CHE SPESSO VI PORTA AL GRANDE BIVIO DEL BENE E DEL MALE, MA È PURE VERO CHE VOI AVETE UNA COSCIENZA, VEICOLO QUESTO CHE UNISCE L'UOMO A DIO, CHE VI DÀ LA POSSIBILITÀ DI INTRAVEDERE IN TEMPO UTILE ED OPPORTUNO QUAL'È LA VIA DEL BENE E QUELLA DEL MALE. È VERO DUNQUE CHE NON VI SERVITE DI QUESTO DIVINO MEZZO, MA PREFERITE SUBIRE LE CONSEGUENZE DELLE VOSTRE INCOSCIENTI OPERE E PAGARE A COSÌ CARO PREZZO I FRUTTI DELLA VOSTRA SUPERBIA E DEL VOSTRO ACCESO ORGOGLIO.
SAPPIATE, UOMINI DELLA TERRA:
LA NATURA È CORPO DI COLUI CHE È TUTTO E NON È PREROGATIVA DEL VOSTRO LIBERO ARBITRIO SCONVOLGERLA COSÌ COME ASSURDAMENTE FATE, TURBANDONE L'ARMONIA.
L'ARMONIA DEL CREATO È L'ARMONIA DI COLUI CHE VOI CHIAMATE DIO! È GRAVE DELITTO TENTARE DI MODIFICARE IL PRINCIPIO CON CUI TALE FORZA EDIFICA.
GLI EFFETTI DI QUESTA DIVINA CAUSA SONO VITALI PER IL DIVENIRE DI TUTTE LE COSE, COMPRESO L'UOMO. VOI NON POTETE, QUINDI NON DOVETE, ASSUMERE PADRONANZA SU CIÒ CHE È SOLO ED ASSOLUTAMENTE PREROGATIVA DIVINA. NELL'OSTINARVI A TALE ARBITRIO, ASSUMETE INCONSCIAMENTE UNA GRAVISSIMA RESPONSABILITÀ, PROVOCANDO L'IMMEDIATO INTERVENTO DELLE LEGGI VIGILANTI DEL CREATO.
ORA VOI AVETE OLTREPASSATO I LIMITI CHE SONO CONSENTITI AL VOSTRO LIBERO ARBITRIO; AVETE SUPERATO LE BARRIERE CHE NON AVRESTE NEMMENO DOVUTO AVVICINARE.
SE LA LIBERTÀ CHE VI CONCEDE DI SCRUTARE NEL PROFONDO MISTERO DELLA NATURA PER SCOPRIRE TUTTO CIÒ CHE PUÒ ESSERE UTILE ALLA VOSTRA EVOLUZIONE E ALLA VOSTRA SOPRAVVIVENZA VI HA DATO POTERE DI SCONVOLGERLA E DI RENDERLA OSTILE, DELETERIA ED AGGRESSIVA, FERMATEVI, NON ANDATE OLTRE!
AVETE OLTREPASSATO I LIMITI CHE VI SONO CONSENTITI, AVETE ABUSATO DELLA VOSTRA LIBERTÀ E CON CINICO EGOISMO AVETE PRODOTTO LO SQUILIBRIO DELL'ARMONIA. AVETE TRATTO IL MALE DAL BENE, LA MORTE DALLA VITA, LA SOFFERENZA DALLA GIOIA. AVETE COSTRUITO UNA MOSTRUOSA CATENA DI TERRIBILI SOFFERENZE, DI TITANICI EFFETTI DELETERI CHE NON POTETE, IN NESSUN MODO, SCROLLARVI DALLE SPALLE SE NON DOPO IL COMPLETO ESAURIMENTO DELLE DISORDINATE FORZE IN CONTINUO MOVIMENTO.
QUESTO VOI AVETE EDIFICATO CON IL VOSTRO ORGOGLIO MALVAGIO, CON LA VOSTRA CIECA PRESUNZIONE E CON IL VOSTRO GIGANTE EGOISMO!
DI CHE COSA VI LAMENTATE ORA?
LA COLPA È VOSTRA, SOLAMENTE VOSTRA!

Eugenio Siragusa
Catania, 14 Ottobre 1963

Nessuno

Numero di messaggi : 159
Età : 32
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 28.10.07

Vedere il profilo dell'utente http://www.abeir-toril.medusaworks2.de

Tornare in alto Andare in basso

Re: Eugenio Siragusa - I giganti del Cielo

Messaggio  Nessuno il Lun Giu 23, 2008 12:58 pm

Fonte: http://www.edicolaweb.net/nonsoloufo/messageu.htm

Nessuno

Numero di messaggi : 159
Età : 32
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 28.10.07

Vedere il profilo dell'utente http://www.abeir-toril.medusaworks2.de

Tornare in alto Andare in basso

Re: Eugenio Siragusa - I giganti del Cielo

Messaggio  Ste il Lun Giu 23, 2008 1:58 pm

Ai tempi, anni e anni fa, lessi più di un libro (tutti liberamente scaricabili da internet) riguardanti i messaggi di Siragusa e ricordo che mi aiutarono molto. I messaggi contenuti nei libri sono molto profondi e superano di molto il discorso "noi extraterrestri evoluti, voi umani distruttori".
Ora nei messaggi letti qui ritrovo molte cose che ai tempi non avevo collegato a niente e che invece ora posso comprendere in base a quanto letto su molte altre fonti, culture antiche spirituali, esperienze di channeling.

Ci tengo a dire che sebbene i suoi messaggi ai tempi in cui li lessi mi ispirarono molto, tutto ciò che gira intorno a lui associazioni, persone, non mi ha mai convinto a fondo (giudizio personale di forse nessun valore).

Sulla stessa scia, ma forse più attuale e più complesso come messaggio consiglio la lettura per chi abbia tempo e spazio dei libri di Ra scaricabili qui gratuitamente, ho cominciato a leggerli qualche mese fa e vi assicuro che sono eccezionali, almeno per me.
http://www.stazioneceleste.it/ra.htm
Un messaggio completo di spiritualità e saggezza, certo non è affatto di facile comprensione.

Ste

Numero di messaggi : 459
Età : 37
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 27.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Eugenio Siragusa - I giganti del Cielo

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 9:25 pm


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum