cosa produce l'uomo??

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

cosa produce l'uomo??

Messaggio  fox il Mar Apr 22, 2008 6:46 pm

Mi son sempre chiesto a che cavolo serve l'essere umano sulla terra, visto che mangia un sacco e produce solo...cacca... che tra l'altro almeno quella delle mucche viene utilizzata a concimare, la nostra manco quello...
Alla fine ho pensato che, al massimo, l'essere umano è utile agli altri esseri umani (quando non si limita a pestarli)

Ieri leggevo su un libro che ciascun essere vivente si nutre di esseri inferiori per ottenere un prodotto superiore; in pratica è una macchina per raffinare gli elementi.
Ad esempio il lombrico (che io pensavo rompesse solo le balle nell'orto) in realtà mangia la terra e tramite il suo apparato interno l'arricchisce, quindi quando la manda fuori la terra è più "raffinata" di prima.
L'essere umano pare non faccia cacca raffinata visto che essendo più evoluto produce qualcosa di più evoluto, ovvero energie e pensieri, che sono una forma di materia molto più raffinata. Questo prodotto serve a sua volta a nutrire altri esseri, nella fattispecie gli esseri che abitano i reami inferiori/superiori che pare si nutrano anche delle nostre "emozioni" (nonchè di odori, magari pure immagini, cose così) A loro volta questi esseri nutriranno con elementi ancora più raffinati degli esseri ancor più superiori, fino ad arrivare chessò a "dio".

Vista così l'essere umano inizia a sembrarmi più utile Surprised
e soprattutto acquista un ulteriore senso lo sforzarsi un minimo per creare energia positiva piuttosto che negativa, in modo da "raffinare l'universo" sempre di più.

fox

Numero di messaggi : 477
Età : 38
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 27.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  Ste il Mer Apr 23, 2008 4:54 pm

Si anch'io ho letto ultimamente questa cosa, che ci sono degli esseri che si nutrono dei nostri pensieri e che pensieri di un certo tipo oltre a una realtà di un certo tipo attirano anche entità di un certo tipo.
Secondo me è interessante.

Ste

Numero di messaggi : 459
Età : 37
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 27.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  fox il Mer Apr 23, 2008 5:37 pm

-il fatto che una persona abbia un atteggiamento e/o stato mentale "nero", da "gufo", etc, può generare altre negatività visto che bene o male se le sta cercando.
-in alternativa le ulteriori negatività gli arrivano perchè tanto è il "suo karma"
-ora con questa teoria degli spiriti mi viene in mente che se questa persona alimenta spiriti inferiori/negativi (che per questo gli ronzano intorno), è normale che attiri altra negatività attorno a sè vista la "gente" con cui va in giro

insomma, viva l'allegria Surprised

fox

Numero di messaggi : 477
Età : 38
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 27.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  ester_tigro il Dom Mag 04, 2008 10:58 am

Very Happy

bella questa teoria degli spiritelli che mangiano i nostri prodotti!
io credo che funzioni anche con gli altri essere umani, se i tuoi pensieri e le tue emozioni sono negativi è scontato che attiri persone cupe, negative...che stanno bene nell'ambiente che hai creato attorno a te, chi vuole stare tranquillo, sereno e felice ti starà alla larga! (ne ho le prove)
viceversa se sei una persona positiva, che mette allegria (ma non in modo scemo tipo giullare) sarai circondato da persone di quel tipo...insomma, non credo che per gli uomini sia valida la teoria degli opposti che si attraggono come per le cariche...molti credendo a questa teoria sono rimasti fregati, tutta la vita con il tuo opposto...sai che palle!

ester_tigro

Numero di messaggi : 340
Età : 33
Localizzazione : Macomer-Sassari
Data d'iscrizione : 29.10.07

Vedere il profilo dell'utente http://www.myspace.com/ester_tigro

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  Ste il Mer Mag 07, 2008 10:56 am

ester_tigro ha scritto:
insomma, non credo che per gli uomini sia valida la teoria degli opposti che si attraggono come per le cariche...molti credendo a questa teoria sono rimasti fregati, tutta la vita con il tuo opposto...sai che palle!

No infatti, anch'io non penso che funzioni la storia degli opposti, nel senso che se si è davvero opposti è impossibile fare nulla insieme, penso che una base comune ci debba essere, e che poi le piccole differenze servano per smuoversi a vicenda.
Se no va a finire che ci si siede sulle proprie abitudini, invece l'altro deve servire a farci pensare che esiste anche un altro modo e che ognuno ha il suo modo, se no a che serve?

Ste

Numero di messaggi : 459
Età : 37
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 27.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  ester_tigro il Mer Mag 07, 2008 2:55 pm

beh certo...anche perchè due persone completamente uguali dove le trovi?

un punto di incontro però ci deve essere...che poi pensavo, se ti piace uno che è completamente diverso da te non ti piaci tu, ma se non ami te stesso non puoi amare nessun altro...insomma non può funzionare, è solo una finta.

mi sa che sono andata off topic... Rolling Eyes

ester_tigro

Numero di messaggi : 340
Età : 33
Localizzazione : Macomer-Sassari
Data d'iscrizione : 29.10.07

Vedere il profilo dell'utente http://www.myspace.com/ester_tigro

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  fox il Mer Mag 07, 2008 6:47 pm

ester_tigro ha scritto:ma se non ami te stesso non puoi amare nessun altro...insomma non può funzionare, è solo una finta.
per caso hai letto osho?? hihihi

fox

Numero di messaggi : 477
Età : 38
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 27.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  ester_tigro il Ven Mag 09, 2008 6:01 pm

chi?

io? Rolling Eyes

ester_tigro

Numero di messaggi : 340
Età : 33
Localizzazione : Macomer-Sassari
Data d'iscrizione : 29.10.07

Vedere il profilo dell'utente http://www.myspace.com/ester_tigro

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  Ste il Dom Mag 18, 2008 12:35 pm

ester_tigro ha scritto: ma se non ami te stesso non puoi amare nessun altro...insomma non può funzionare, è solo una finta.
[/color]

Quello è sicuro, spesso si pensa che siano due cose separate, ma invece non lo sono, se non stai bene con te stesso, difficilmente riuscirai ad essere sereno ed amare un'altra persona...Sarà solo una sequenza di richieste, soddisfazioni e ricatti.

Ste

Numero di messaggi : 459
Età : 37
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 27.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  fox il Mar Mag 20, 2008 6:00 pm

Ste ha scritto:Sarà solo una sequenza di richieste, soddisfazioni e ricatti.
pare che alla gente piacciano molto richieste, soddisfazioni e ricatti.... altrimenti, che respirano a fare se gli togli ste belle cose??
tra l'altro se a una gli dici "scusa cara, sto cercando di amare più me stesso di te" quella si offende Smile

fox

Numero di messaggi : 477
Età : 38
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 27.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  ester_tigro il Dom Mag 25, 2008 12:25 pm

non è che alla gente piacciono...è che si è convinti facciano parte dell'amore...che è peggio!

ester_tigro

Numero di messaggi : 340
Età : 33
Localizzazione : Macomer-Sassari
Data d'iscrizione : 29.10.07

Vedere il profilo dell'utente http://www.myspace.com/ester_tigro

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  Ste il Mar Mag 27, 2008 1:57 pm

Si è convinti che facciano parte del normale funzionamento delle cose e dell'essere umano e si pensa che sia così e basta...
e questo è ancora più peggio.

Ste

Numero di messaggi : 459
Età : 37
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 27.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  ester_tigro il Lun Giu 02, 2008 12:45 pm

ecco...

ester_tigro

Numero di messaggi : 340
Età : 33
Localizzazione : Macomer-Sassari
Data d'iscrizione : 29.10.07

Vedere il profilo dell'utente http://www.myspace.com/ester_tigro

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  pt il Sab Giu 21, 2008 12:07 pm

fox ha scritto:Mi son sempre chiesto a che cavolo serve l'essere umano sulla terra, visto che mangia un sacco e produce solo...cacca... che tra l'altro almeno quella delle mucche viene utilizzata a concimare, la nostra manco quello...

ciò non è corretto.
la nostra cacca non è diversa da quella di un maiale o altro onnivoro.
forse oggi sarà un po' inquinata a causa dei medicinali e inquinanti che assumiamo con la dieta e produciamo nelle nostre città, ma allora lo è anche quella di una mucca-da-supermercato imbottita di antibiotici.

se un uomo fa la cacca in un prato, col tempo su di essa potrà nascere un sanissimo albero, o una rigogliosa pianta di cocomero.

bella la teoria del cibo spirituale, mi fa venire in mente i sylph, anche se non c'entrano nulla, sarebbero mitologici esseri composti d'aria... chi sa di cosa si nutrono...

pt

Numero di messaggi : 131
Data d'iscrizione : 29.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  charo il Sab Giu 21, 2008 2:09 pm

oltree che per NUTRIRE gli altri esseri umani e non, c'è ci sostiene che la felicità è un dovere, vi cito un maestro chassidico ( un ebreo per intenederci) che amo molto:

"benchè l'aspirazione alla felicità sia istinintivA, si oppone un'altra tendenza istintiva: l'aspirazioneall'infelicità e alla distruzione.
é qui che interviene la nozione di dovere, e cioè l'obbligo di scegliere la gioia e respingere la trsitezza
(Rabbi Na'ham di Bleslev)

charo

Numero di messaggi : 61
Età : 35
Localizzazione : più qui che là
Data d'iscrizione : 30.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  charo il Sab Giu 21, 2008 2:12 pm

poi c'è un altro proverbio yddish che mi piace nella sua semplicità:


dalla felicità all'infelicità c'è un passo,
dall'infelicità alla felicità un lungo cammino

charo

Numero di messaggi : 61
Età : 35
Localizzazione : più qui che là
Data d'iscrizione : 30.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  pt il Sab Giu 21, 2008 3:46 pm

charo ha scritto:oltree che per NUTRIRE gli altri esseri umani e non, c'è ci sostiene che la felicità è un dovere, vi cito un maestro chassidico ( un ebreo per intenederci) che amo molto:

"benchè l'aspirazione alla felicità sia istinintivA, si oppone un'altra tendenza istintiva: l'aspirazioneall'infelicità e alla distruzione.
é qui che interviene la nozione di dovere, e cioè l'obbligo di scegliere la gioia e respingere la trsitezza
(Rabbi Na'ham di Bleslev)

il taoismo invece dice un'altra cosa. (che non si può parteggiare per il solo bene o per il solo male, entrambi esistono e devono essere contemplati anche nell'equilibrio dell'individuo)

visto che qui molti parlano di buddhismo, dirò che tante sono le strade, e nessuna può dire che la propria sia migliore di un'altra.

pt

Numero di messaggi : 131
Data d'iscrizione : 29.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  charo il Sab Giu 21, 2008 10:18 pm

[quote]non si può parteggiare per il solo bene o per il solo male, entrambi esistono e devono essere contemplati anche nell'equilibrio dell'individuo

sono d'accordissimo e anche i chassidim lo sono, però pensano che le malattie derivino dalla degradazione della gioia, e dicono che quando il "canto profondo"(nigun) si rovina l'uomo si ammala e che per stare bene bisogna impegnarsi, per loro è importante cantare e ballare come espressione della loro fede perchè chi ha fede in dio è felice.
è importante vivere tutte le emozioni -anche il dolore per le cose atroci che succedono sulla terra- però bisogna trovare la forza per essere felici

cito sempre il Rabbi di Breslev

"quando un uomo è contento, si allontano tutt le preoccupazioni. Ma sarebbe meglio inseguirle e acchiapparle per farl entrare nella gioia"

anche perchè chi si affligge del suo destino ne diventa schiavo, chi lo accetta ne è padrone.

sicuramente la filosofia orientale ha un altra visione delle emozioni, per la medicina cinese un eccesso di gioia è comunque una disarmonia e la persona sana deve saper vivere ogni emozione senza eccedere o indugiare troppo in alcuna

charo

Numero di messaggi : 61
Età : 35
Localizzazione : più qui che là
Data d'iscrizione : 30.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  pt il Dom Giu 22, 2008 1:36 am

charo ha scritto:
sicuramente la filosofia orientale ha un altra visione delle emozioni, per la medicina cinese un eccesso di gioia è comunque una disarmonia e la persona sana deve saper vivere ogni emozione senza eccedere o indugiare troppo in alcuna

infatti l'equilibrio porta ad una sorta di "anestesia" dei sensi (intento in senso positivo), ad una imperturbabilità in cui non si distingue più se uno è felice o infelice, ma è, solamente è.

avete mai notato alcuni bambini (non tutti, molti sono "squilibrati" per via del terreno turbolento che li ha prodotti) di fronte a situazioni da ridere o da piangere rimangono imperturbabili, sembra che nulla li faccia ridere o piangere, alcuni potrebbero pensare che siano un po' ritardati... io penso invece che siano in questo stato di equilibrio emozionale, la vera serenità (e non quella che dualisticamente si sottindende per forza espressa dal ridere o dal saltare di gioia).
si ride o si piange per sfogare qualcosa di trattenuto nell'anima, infatti quando si è completamente sublimato il loro peso dall'anima, la risata o il pianto si esauriscono, lasciandoci in equilibrio emozionale...
cosa resta del pianto? e della risata? pensateci, io penso che in verità una non arricchisca meno dell'altra, ma per entrambi vale il fatto che ce ne siamo liberati!
sono i pianti e le risate non liberate che ingolfano l'anima. il loro scopo è liberarci da esse.

pt

Numero di messaggi : 131
Data d'iscrizione : 29.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  Ste il Dom Giu 22, 2008 3:36 pm

pt ha scritto:
cosa resta del pianto? e della risata? pensateci, io penso che in verità una non arricchisca meno dell'altra, ma per entrambi vale il fatto che ce ne siamo liberati!
sono i pianti e le risate non liberate che ingolfano l'anima. il loro scopo è liberarci da esse.

è molto bello questo argomento,
Io penso che si, sono vere tutte queste cose, nel senso che se tu senti una cosa dentro di te e non la esprimi ti fai del male, ma se provi una cosa dentro di te, tipo la rabbia e la esprimi senza "controllo" senza prima capirla, ti fai ancora più male e peggio ancora fai male anche agli altri.
La stessa cosa al contrario succede con la felicità, se uno si lascia prendere dal desiderio di una cosa, e poi quando la possiede produce un'euforia esagerata e non compresa, quando l'oggetto della sua gioia dimostrerà la sua impermanenza arriverà un momento di disperazione, che creerà scompenso e confusione.

Io penso che si debba raggiungere un equilibrio e insieme ad esso una comprensione del modo che abbiamo di funzionare, per cercare di arrivare a un fluire dolce e naturale delle emozioni, per non farci sbattere a destra e a manca ciclicamente e senza un senso.

Ste

Numero di messaggi : 459
Età : 37
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 27.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  pt il Dom Giu 22, 2008 4:31 pm

Ste ha scritto:
pt ha scritto:
cosa resta del pianto? e della risata? pensateci, io penso che in verità una non arricchisca meno dell'altra, ma per entrambi vale il fatto che ce ne siamo liberati!
sono i pianti e le risate non liberate che ingolfano l'anima. il loro scopo è liberarci da esse.

è molto bello questo argomento,
Io penso che si, sono vere tutte queste cose, nel senso che se tu senti una cosa dentro di te e non la esprimi ti fai del male, ma se provi una cosa dentro di te, tipo la rabbia e la esprimi senza "controllo" senza prima capirla, ti fai ancora più male e peggio ancora fai male anche agli altri.
La stessa cosa al contrario succede con la felicità, se uno si lascia prendere dal desiderio di una cosa, e poi quando la possiede produce un'euforia esagerata e non compresa, quando l'oggetto della sua gioia dimostrerà la sua impermanenza arriverà un momento di disperazione, che creerà scompenso e confusione.

Io penso che si debba raggiungere un equilibrio e insieme ad esso una comprensione del modo che abbiamo di funzionare, per cercare di arrivare a un fluire dolce e naturale delle emozioni, per non farci sbattere a destra e a manca ciclicamente e senza un senso.

si, può essere dura e pericoloso agire con questo atteggiamento.
affrontare il disequilibrio che è arrivato a livelli estremi può essere anche pericoloso, per se o per gli altri.
nella realtà sociale si tende a confinare il "male" entro certi soggetti, come dentro una pellicola emarginante, un sacchetto di immondizia, e mantenerlo in tale stato finchè non si estingua per lenta sublimazione insieme al soggetto stesso... come la morte di un buco nero... sempre che poi qualcuno non vada ad aprire questi vasi di pandora.

in una dimensione sociale umana, si può dire che la via del compensare l'equilibrio sarebbe necessario averla intrapresa da sempre, e non in una situazione ormai gravemente compromessa come oggi; però se non si vuole una reazione troppo violenta (nel bene o nel male) si può cominciare dalle piccole cose, quelle che provocano turbamenti sopportabili; da esse un giorno potranno essere riportate anche i grandi squilibri al punto partenza, consumandoli gradualmente, prima o poi, se si continua a procedere in quella direzione.

pt

Numero di messaggi : 131
Data d'iscrizione : 29.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  charo il Dom Giu 22, 2008 11:14 pm

mentre leggevo mi arrivavano una miriade di collegamenti e peniseri e ora non riesco a rimetterli in ordine, però invece di lasciar perdere provo a scriverli e scusate se non resto forse coerente con il post, ma oggi non mi attrae la linearità.

io mi ricordo dei momenti di euforia, di allegria delirante esagerata, la gente credeva che fossi ubriaca e io non cercavo di smentirli, ma non avevo bevuto,in realtà la mia esplosione nasceva da una tristezza enorme, senza fondo, ancora oggi non saprei con precisione a cosa attribuirla, allora aveva dei nomi ma questo non conta, non riuscivo a vivermela tutta quella tristezza, o forse era una sorta di frustrazione, una sensazione di non essere capace di stare sulla terra, di amare, di essere felice, l'avevo anche accettata quell'emozione, forse me ne ero anche innamorata, mi riempiva, mi ci identificavo, pensavo che sarebbe passata, o forse che ero fatta così e non ci potevo fare niente, non potevo fare altro che accettarla, però era troppo grande e avevo paura di implodere, avevo deciso che me la sarei vissuta a rate, perchè tutta insieme mi avrebbe tolto la voglia di vivere, allora a volte la lasciavo a casa e uscivo- ma la sentivo piangere là dentro, lo sapevo che poi sarebbe stato peggio e ci avrei messo il doppio a consolarla quella parte ignorata, ma dovevo buttare fuori, dovevo correre sotto la pioggia nella bora sul molo e ridere quando mi veniva da piangere e piangere quando mi veniva da ridere, mi depistavo così, avevo solo bisogno di alleggerirmi un po' e se ci riuscivo senza danneggiare nessuno ero già contenta, quell'allegria forsennata mi curava, se non altro mi stancava e poi mi sembrava di poter ricominciare a sbocconcellare la mia tristezza chiededomi perchè la coltivassi con tanto amore e non fossi capce di lasciarla andare.
non è questa la gioia di cui parlano i chassidim. oggi, sentire parlare di dovere della felicità suona sinistro, perchè nella nostra società lo sentiamo questo dover esserere felici, di successo, allegri, guai a non divertirsi il sabato sera, se non esci fino a tardi sei uno sfigato.
certo la vita di quegli ebrei contadini e ignoranti nelle steppe russe non era proprio così, lì davvero forse essere felici richiedeva un po' di impegno e non era una cortesia sociale.
io dalla gioia e dall'entusiamo attingo energia per avvicinarmi agli altri offrendo me stessa, mentre se mi incamminassi sulla strada dell'equilibrio delle emozioni forse dovrei dedicare più tempo a questo percorso, forse mi verrebbe più facile se fossi una monaca, ma se sono dentro a delle relazioni che fanno parte fortemente della mia esistenza (essere mamma, per dirne una) considero normale eccessi di emozioni molto umane. essere mamma fa avvicinare molto a uno stato naturale e non intellettuale dell'esistenza, quando il mio bambino ride, o se sta male, le emozioni che provo sono smisurate, ma è la natura che ha deciso così, sono programmata per reagire agli stimoli che mi arrivano dalla mia creatura.
a volte, quando mi sento travolgere dall'entusiasmo e dalla felicità e non riesco a smettere di pensare a ciò che mi emoziona ( i miei progetti, il lavoro, oltre all'amore per i miei "coinquilini"), mi spavento e mi impongo di distogliere la mente almeno per un po' perchè penso: se non riesco a non frami travolgere dalle cose belle, come farò a non farmi travolgere dalle cose brutte?
e allora cerco di immagazzinare la forza che mi arriva dalle cose belle perchè bisogna sempre essere pronti per l'inverno che non è detto poi che debba arrivare così presto o che debba essere così duro, ma non si può non prevederlo.

charo

Numero di messaggi : 61
Età : 35
Localizzazione : più qui che là
Data d'iscrizione : 30.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  fox il Gio Giu 26, 2008 4:59 pm

avete tutti scritto delle cose figherrime, ma son talmente troppe che non vi rispondo Cool

fox

Numero di messaggi : 477
Età : 38
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 27.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  Nessuno il Lun Giu 30, 2008 6:31 pm

*


Ma a me non piace l'idea di essere nutrimento per esseri superiori! Come credo non piaccia alla mucca o alla carota(così accontentiamot utti) l'idea di essere nutrimento per altri.

bisogna sempre essere pronti per l'inverno che non è detto poi che debba arrivare così presto o che debba essere così duro, ma non si può non prevederlo.

Si, è l'atteggiamento che ho anche io...non per scelta ma per esperienza. La vita è fatta a sinosoide, ci son momenti che sale e momenti che scende, se ti abitui troppo a stare sopra, quando cadi(e cadrai) ti farai male. Non sono però capace di mantenere un atteggiamento imperturbabile, cerco solo di avere bene a mente che prima o poi si cade(o si sta già cadendo! )

Nessuno

Numero di messaggi : 159
Età : 32
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 28.10.07

Vedere il profilo dell'utente http://www.abeir-toril.medusaworks2.de

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  fox il Mar Lug 01, 2008 1:02 pm

Nessuno ha scritto:Ma a me non piace l'idea di essere nutrimento per esseri superiori! Come credo non piaccia alla mucca o alla carota(così accontentiamot utti) l'idea di essere nutrimento per altri.
beh se pensi che sia la carote, che te che chi ti sta "sopra" in realtà siete la stessa cosa, piccoli ingranaggi di un grosso macchinario, magari ti l'idea ti piace di più Smile
la separazione crea sempre queste idee fasulle, basta pensare alle nazioni/patriottismo e alle conseguenti guerre

Nessuno ha scritto:cerco solo di avere bene a mente che prima o poi si cade(o si sta già cadendo! )
già il solo ricordarselo (quando si cade) è d'aiuto, secondo me. Poi certo averlo sempre presente è un altro step

fox

Numero di messaggi : 477
Età : 38
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 27.10.07

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: cosa produce l'uomo??

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 9:26 pm


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum